Monti Invisibili

Via Francigena Campagnano di Roma – La Storta

Quota 373 m

Data 26 maggio 2018

Sentiero segnato

Dislivello in salita 434 m

Dislivello in discesa 530 m

Distanza 24,94 km

Tempo totale 5:57 h

Tempo di marcia 4:50 h

Descrizione Da Campagnano di Roma (270 m) per il Santuario della Madonna del Sorbo (232 m, +1,05 h), Formello (225 m, +40 min.), Ponte Sodo (73 m, +1,48 h), La Mola (85 m, +27 min.) e La Storta (160 m, +50 min.). Percorso piacevole su strade di scarso traffico e sentieri.

 

Aggiornati Waypoint Tuscia

06Francigena44log

Traccia GPS

07Francigena44dislivello
023LaStorta.JPG022PonteSodo.JPG020VersoLaStorta.JPG019VersoLaStorta.JPG017VersoLaStorta.JPG016VersoLaStorta.JPG015VersoLaStorta.JPG013VersoLaStorta.JPG012Formello.JPG011Formello.JPG010DallatorrediFormello.JPG009FormelloTorrediPalazzoChigi.JPG008VersoFormello.JPG007SantuarioMadonnadelSorbo.JPG006SantuarioMadonnadelSorbo.JPG005VersoMadonnadelSorbo.JPG004VersoMadonnadelSorbo.JPG003VersoMadonnadelSorbo.JPG002VersoMadonnadelSorbo.JPG001CampagnanodiRoma.JPG

Via Francigena, Campagnano - La Storta, 26 maggio 2018. Maggio è il momento giusto per riprendere la via delle alte quote, ma la frenesia di un periodo complicato mi lascia dopo lungo tempo giusto una mezza giornata da dedicare ai sentieri.

Il penultimo tratto laziale della Francigena è a portata di piede e, coinvolto l’unico compagno che mi ha seguito per tutte le tappe, è con assetto leggero senza zaino che mi avvio per queste poche ore di necessario cammino, panacea di tanti mali e riequilibratore degli spiriti inquieti.

A Campagnano ci accoglie una natura ormai pienamente lussureggiante che scorta un percorso piacevole in un continuo di saliscendi.

Stradicciole di inesistente traffico c’immergono in una tipica campagna romana, nella quale si avvertono sempre più netti gli etruschi sentori del Parco di Veio. Attraversiamo dorati campi di fieno, bordeggiati di ginestre appena fiorite e punteggiati di papaveri.

Appena un’ora per il Santuario della Madonna del Sorbo, arroccato sulle forre del Torrente Crèmera, dove gli incravattati ospiti di un matrimonio sudano più di noi pellegrini.

Nelle ampie praterie delle Valli del Sorbo pascolano cavalli bradi e una ripida discesa ci porta a una pizza con cocacola in quel di Formello.

Dalla torre di Palazzo Chigi la vista spazia sui tetti del borgo e sul percorso odierno, mentre ogni gradino della scala ricorda i nomi di tutte le tappe di questo Cammino.

Con un sagace stratagemma Andrea ci sottrae alla noiosa visita del locale museo e ci avviamo su un intreccio di sentieri nel cuore profondo del Parco di Veio. Tappa piacevole e selvaggia questa, a dispetto della vicinanza con la Capitale.

Verde, fiori e colori, il caldo inizia a farsi sentire. Una sbirciata al fresco Ponte Sodo e l’ultima salita ci reca infine a pizza e birra in quel di La Storta.

Roma e lì: ancora un giorno di cammino e saremo a San Pietro.

Create a website