Monti Invisibili
rete radio montana
Rete Radio Montana
Chi percorre i sentieri di quota sa quanto sia labile la sicurezza di comunicazione concessa da un normale telefono cellulare: nelle valli la copertura è inesistente e anche sulle creste non sempre è facile agganciare il segnale se non si è in vista di una cella GSM. In caso di guai – che statisticamente si verificano per lo più a quote non elevate – possono essere problemi, in quanto non esiste ancora una frequenza radio univoca e di libero impiego destinata al soccorso in montagna; solamente gli enti preposti dispongono di alcune frequenze dedicate, alle quali, però, il cittadino ha il divieto di accesso.
Proprio per ovviare a questo problema, nasce il progetto Rete Radio Montana, con lo scopo di unificare a livello nazionale alcune frequenze di libero uso da utilizzare per comunicazioni di emergenza, per allertare i soccorsi in caso di incidenti in ambiente montano, ma anche per segnalare incendi, richiedere informazioni sulle condizioni meteo, lo stato dei sentieri, delle ferrate e del manto nevoso, per comunicare con altri utenti in montagna.
Il progetto, ideato da Simone Lucarini, prevede quindi la creazione di una rete di collegamento radio con funzioni analoghe al canale 16 VHF utilizzato in mare, ma destinata a escursionisti, alpinisti, scialpinisti, praticanti di deltaplano e parapendio, che potranno mettersi in contatto, mediante ricetrasmittenti di libero uso PMR-446, con altri soggetti impegnati in attività outdoor tramite il canale codificato prescelto 8 codice CTCSS 16. Cosa sono i PMR 446.
Pertanto la funzionalità della rete si esplica attraverso la presenza nella zona di apparati radio contemporaneamente in funzione su tale canale e la sua efficienza è direttamente proporzionale al numero di ricetrasmittenti presenti e attive nello stesso momento. E’ previsto che ogni utente sia identificato da un Nominativo Radio (CallSign) univoco, composto da una sigla, che indica la regione di residenza, seguita da un numero progressivo.
Ulteriori informazioni sul progetto e sulle modalità di adesione si possono trovare sul sito www.reteradiomontana.it.

Create a website